venerdì 30 settembre 2011

Venerdì del libro: Il libro nero dei colori

E' un mare d'inchiostro, dove ci si può smarrire?
Oppure è un sipario da scostare svelando un mondo nuovo?
Il nero, il buio totale, è tutti e due.


Questa settimana, per partecipare al Venerdì del libro di Homemademamma, vi presento un libro un po' particolare che ho scovato gironzolando per le Messaggerie Musicali di Milano (sezione libri per bambini).

Il libro in questione è: "Il libro nero dei colori".


Il libro, edito da Gallucci, si propone un compito ambizioso: raccontare tutti i colori usandone uno solo e per di più il nero. Questo libro racconta il mondo dei colori ai non vedenti e illustra quello dei non vedenti a chi invece ci vede benissimo e ogni giorno può apprezzare la bellezza dei colori. Per fare questo le due autrici, Menena Cottin e Rosana Farìa, hanno disegnato nero su nero, con figure in rilievo attribuendo ad ogni colore una sensazione o un sapore.
Ogni pagina racconta un colore usando anche il linguaggio braille. E proprio al braille sono dedicate le ultime pagine.


Questo libro ha avuto anche l'onore di essere definito dal New York Times "il miglior libro illustrato dell'anno".

8 commenti:

  1. Meraviglioso e allo stesso tempo diverso dai "soliti" libri!

    RispondiElimina
  2. @Robin: mi ha colpito proprio per la sua particolarità. Accanto a libri che puntano molto sull'effetto visivo della copertina usando colori sgargianti, qui si ha un'inversione di rotta.

    RispondiElimina
  3. Davvero interessante, lo cercherò, è il genere di libri che colpisce anche me. Ora sono molto curiosa, grazie della segnalazione! ciao!

    RispondiElimina
  4. Davvero molto particolare... Sarebbe una esperienza da fare... Lo cercherò!

    RispondiElimina
  5. Ah, che interessante!

    l'idea di associare ai colori una sensazione o un sapore può diventare un gioco che continua dopo la lettura......me lo segno.

    Grazie!

    RispondiElimina
  6. Mi associo agli altri commenti e metto in lista desideri. Grazie per questa preziosa segnalazione

    RispondiElimina
  7. @Cì: penso sia di "facile" reperimento, vista la notorietà della casa editrice.

    @Stefania: io non l'ho mai provata, ma mi piacerebbe anche andare a "vedere" la mostra "Dialogo nel buio" (http://www.dialogonelbuio.org/)

    @Alessandra: certo! E vi potrei proporre anche un giochino che di solito piace molto: indovinare, o cercare, degli oggetti in una scatola usando solo il tatto (potete bendarvi o praticare un piccolo buco nella scatola in cui passa solo la mano).

    @Mammozza: grazie, penso sia questo lo spirito dei "Venerdì del libro", scoprire ogni volta qualche cosa di nuovo ed interessante.

    RispondiElimina
  8. Finalmente ce l'ho nelle mani. E' affascinante leggerlo, toccarlo ad occhi chiusi e lasciarsi andare alle sensazioni, provare a immaginare.
    Bello, bello, bello.

    RispondiElimina